Primo contatto tra il mondo della cooperazione e la Giunta Tesei, grazie ad Asad

128

Presentato in Regione il Bilancio Sociale 2018 dell’impresa sociale perugina. La Presidente Liana Cicchi: “Un’occasione importante per parlare delle potenzialità del welfare di comunità”

Primo vero contatto tra il mondo della cooperazione e la nuova Giunta Regionale presieduta da Donatella Tesei. Venerdì 20 dicembre, presso la ‘Sala Brugnoli’ di Palazzo Cesaroni a Perugia, la Cooperativa Asad ha presentato il Bilancio Sociale relativo all’anno 2018. Un appuntamento molto sentito tra i dirigenti e i soci della cooperativa perugina, che è diventato un momento di confronto importante per l’intero movimento regionale. Non è valuta mancare la neo governatrice umbra, che nelle parole di saluto ha espresso concetti significativi.

“Riconosco il valore sociale della cooperazione, come elemento imprescindibile per l’amministrazione della nostra regione. Già ho preso accordi per un incontro successivo a questo, dopo le festività natalizie, per ragionare su come collaborare al meglio per migliorare i servizi e su come possiamo venire incontro alle esigenze del mondo cooperativistico. Il lavoro svolto dalle cooperative sociali è fondamentale”.

Sulla stessa linea della Tesei anche il Presidente del Consiglio Regionale, Marco Squarta.

“Siamo di fronte a realtà che svolgono un’ importante funzione sociale. Il nostro obiettivo è quello di stare sempre più vicino alle persone che hanno delle difficoltà, anche grazie alla collaborazione con le cooperative”.

Asad ha puntato sul bilancio sociale per dare risposte concrete rispetto alle attività svolte, ma anche per presentare idee e progetti futuri, che ne mantengono il ruolo di leadership a livello regionale. Particolarmente apprezzata la presenza del noto sociologo lombardo, Gino Mazzoli.

“Il suo intervento –  ci tiene a precisare la Presidente di Asad Liana Cicchi – ha permesso di confrontarci sul welfare di comunità e di conoscerne meglio quelle che sono le potenzialità, le difficoltà che sono state affrontare in questi anni e le prospettive future.  L’auspicio è che da queste situazioni possano nascere soluzioni nuove e migliori per le persone più fragili. Ringrazio la Regione Umbria e in particolar modo la Presidente Tesei per l’ospitalità e l’occasione di un primo confronto. Ci sono problematiche che la cooperazione sociale dovrà affrontare nel prossimo futuro, a cominciare dall’adeguamento del tariffario regionale e delle rette, ferme ai primi anni duemila”.

Istanze che il Presidente di LegaCoop Umbria, Dino Ricci, è pronto a portare al tavolo del confronto, forte del ruolo che il mondo della cooperazione sociale ha svolto in Umbria in questi anni.

“In più occasioni mi sono posto la domanda e l’ho rivolta anche ai miei interlocutori su cosa sarebbe il welfare regionale senza la cooperazione sociale. In questo contesto Asad riveste da oltre quarant’anni un ruolo di primo piano”.

Alla presentazione del Bilancio Sociale di Asad non è voluta mancare l’Assessore al Sociale del Comune di Perugia, Edi Cicchi, che  ben conosce l’ambiente della cooperazione sociale per averne fatto lungamente parte prima dell’incarico istituzionale.

“Questi sono momenti importanti, dai quali si percepisce il ruolo significativo di una cooperativa sociale sul territorio. Asad da anni sta svolgendo un’attività di primo piano all’interno della nostra comunità, che merita di essere sottolineata e celebrata”.

Conclusa la parte istituzionale, la mattinata è stata poi incentrata sui temi che caratterizzano maggiormente la quotidianità e futuro della cooperazione sociale. Confronto aperto ai tanti soggetti (cooperatori, associazioni, stakeholder e dirigenti) che hanno preso parte all’evento e reso il giusto tributo alla Cooperativa Asad.