Il Perugia in visita al centro diurno il Melograno

387

Nel pomeriggio di mercoledì 27 gennaio il Perugia Calcio ha visitato la struttura “Il Melograno Onlus” nell’ambito del terzo appuntamento di “Un giorno per la nostra città”, giunta alla terza edizione. Il Melograno progetta e gestisce servizi e attività di formazione per le persone operando in ambito educativo, animativo, ricreativo, socio-culturale, socio-assistenziale e socio-sanitario. Il centro è gestito dalla cooperativa ASAD che ha anche l’autorizzazione al funzionamento ed è anche nell’appalto aggiudicato al Consorzio Auriga dal Comune di Perugia. La manifestazione, cui ha aderito l’A.C. Perugia Calcio, è stata ideata e realizzata in collaborazione con ANCI (Associazione Italiana Comuni Italiani), AIC (Associazione Italiana Calciatori), AIAC (Associazione Italiana Allenatori di Calcio), col patrocinio dell’Amministrazione Comunale di Perugia. All’incontro hanno partecipato, per il Perugia Calcio, i calciatori Zapata, Zebli, Alhassan e Di Carmine, il direttore Generale Mauro Lucarini, il team manager, l’ufficio marketing, l’ufficio stampa. Per l’Amministrazione Comunale c’erano gli assessori Edi Cicchi (Politiche Sociali, Famiglia e Pari Opportunità) ed Emanuele Prisco (Sport). Il progetto, come noto, prevede che le società partecipanti al campionato di serie B dedichino alcune giornate nel corso dell’anno alla propria città, rafforzando i legami tra le squadre ed il tessuto sociale, con l’obiettivo di sviluppare una corretta coscienza civica. Il primo appuntamento dell’anno 2016 ha riguardato il tema: “L’integrazione sociale globale: vicini di casa di qualunque colore”. L’evento si è aperto con le parole di benvenuto da parte della responsabile del “Il Melograno Onlus” dott.ssa Roberta Calamandrei che ha ringraziato, oltre agli educatori della struttura, tutte le associazioni presenti tra cui l’Istituto Comprensivo Perugia 7, la Pro Loco San Sisto, la Polisportiva Dilettantistica Madonna Alta Calcio e il Perugia Club Perugina. “Grazie a tutti per queste giornate in cui possiamo stare insieme e alla possibilità di sondare i temi del sociale” – sono le parole dell’assessore Cicchi, che continua – “Il merito va a tutti voi che fungete da rete di sostegno, che lavorate per questi ragazzi e per la loro educazione ma soprattutto al fatto che riuscite a creare servizi che per il territorio di Perugia sono il vero valore aggiunto. “È come stare in una famiglia” – afferma il direttore generale Mauro Lucarini – “Saremo sempre a disposizione per eventi di questo tipo perché quando partecipiamo lo facciamo con il cuore. Grazie a voi per tutto questo”. Dopo i saluti di benvenuto spazio ai bambini e alla parte ludica della manifestazione; i calciatori hanno partecipato a 4 diversi tipi di laboratorio che comprendevano la realizzazione di uno striscione composto da messaggi di pace, laboratorio “I fiori del melograno” che si occupa di riciclare i materiali per le creazioni artistiche, laboratorio “Ojos de Dios” dedicato alla creazione di portafortuna composti da lana e cotone e il laboratorio di collane africane. Infine a tutti i partecipanti è stato offerto del tè caldo marocchino e biscotti fatti in casa. (fonte: acperugiacalcio.com),