A Gubbio gli ospiti dell’Aldo Moro si trasformano in artisti con ‘CaamInArte’

57

In questi giorni che danno inizio al periodo natalizio, ad animare i negozi i Gubbio non sono soltanto le luci e gli addobbi ma qualcosa di ben più unico e originale. Stiamo parlando delle produzioni artistiche realizzate dagli ospiti del Centro Semiresidenziale Aldo Moro all’interno del Laboratorio Artistico – Artigianale, piccole creazioni che – dal 7 dicembre al 9 gennaio – trovano esposizione negli esercizi commerciali di Corso Garibaldi che hanno scelto di aderire a questa iniziativa.
Il progetto – promosso dalla Cooperativa Sociale ASAD e dall’Associazione Famiglie Alto Chiascio A.P.S. “per la tutela dei diritti dei portatori di handicap”, in collaborazione con Confcommercio Gubbio – è il risultato di un lavoro di rete avente quale fulcro la sensibilizzazione sulle tematiche della disabilità, nell’ottica di una sempre maggiore e auspicata inclusione.
Per chi non lo conoscesse, il Centro Accoglienza Aldo Moro di Gubbio nasce nel 1987 e, da allora, si sviluppa come spazio di condivisione e accoglienza per adulti con disabilità cognitiva e psicomotoria. Affinché tale condivisione possa essere reale è però necessario portare al di fuori delle mura del Centro la vita – ed è tanta – che lo anima quotidianamente. In quest’ottica,
le realizzazioni artistiche – 20 in totale – altro non sono se non espressione di un desiderio d’incontro a cui tutti sono chiamati a partecipare.
Uno speciale ringraziamento va allora ai commercianti di Corso Garibaldi che, sposando il progetto, hanno scelto di farsi ponte di questo incontro. Un incontro a cui vi invitiamo a non mancare.